BLOG

La storia epica e leggendaria della barba

La storia epica e leggendaria della barba risale a molto, molto tempo fa. Gli scienziati, ritengono che gli uomini preistorici si facessero crescere la barba lunga per tre ragioni principali. In primo luogo, per il calore. La barba fornisce al viso una protezione dagli agenti atmosferici e uno scudo naturale per le parti più delicate del viso intorno alla bocca e alle labbra. Le barbe folte e ricche potevano attutire i colpi in faccia. Anche gli uomini preistorici portavano la barba come segno di intimidazione. Proprio come la criniera del maestoso leone, la barba li rende più virili e crea l’aspetto di una linea della mascella più spessa e dall’aspetto più forte. Per questi motivi, le barbe degli uomini preistorici erano considerate un segno d’onore. Venivano tagliate solo come punizione, per marcare gli uomini che non erano degni di portarla. Solo un uomo che agiva e si comportava con onore aveva il diritto di tenersi la barba.

La barba ha significato molto per molte culture

Soprattutto, la barba è sempre stata un simbolo di mascolinità di enorme importanza. Nelle tribù celtiche, ad esempio, la barba era quasi venerata, al punto che, Ottone il Grande, Re di Sassonia, giurava per la sua barba. Oggi gli darebbero del pazzo di certo.

La storia della barba in India e nella maggior parte delle culture orientali, è altrettanto affascinante. In quelle terre, le barbe erano venerate a un livello più alto che altrove. Le barbe lunghe erano sinonimo di dignità e saggezza, forza e coraggio. Le barbe in questi luoghi erano così venerate che venivano usate anche per perseguire i crimini. Una punizione tipica per aver commesso adulterio era quella di tagliarsi la barba, per mostrare a coloro che lo circondavano che quell’uomo, non era degno dell’onore che è avere la barba. A volte la barba veniva offerta anche per il pagamento di un debito.

La barba è una cosa molto personale. Durante il Medioevo, ad esempio, toccare la barba di un altro uomo era decisamente offensivo e poteva persino essere motivo di duello. Immaginate ora, nel 2021, gli hipster sfidarsi a duello come mille anni fa.

La storia epica e la leggendaria della barba nelle culture antiche

Nell’antico Egitto, la barba era considerata un simbolo di ricchezza, potere e importanza. In effetti, gli uomini più ricchi e potenti di quei tempi si tingevano le barbe e le adornavano con fili d’oro intrecciati.

Anche nell’antica cultura greca e mesopotamica, nutrivano un rispetto incredibile per le proprie barbe. I vichinghi esploravano, razziavano e commerciavano attraverso l’Europa e altre aree del mondo, sempre con alcune delle barbe più leggendarie della storia. Fino ad arrivare alle barbe del Medioevo, quando una barba adeguata mostrava la virilità e l’onore di un cavaliere.  Il clero cattolico, che fino ad allora, per distinguersi dai cavalieri, aveva sempre proposto rasature, anche come simbolo di celibato, ma di li a poco avrebbe visto la nascita di alcuni famosi barbuti cattolici. In pratica la barba, chiaramente, è sempre stata una cosa molto seria.

Nel corso dei secoli tutti questi barbuti, avranno avuto le loro tecniche, i loro trattamenti, per curare la loro barba. Oggi gli uomini stanno riportando la barba in tutte le sue gloriose forme. Insomma la barba non è più solo per il boscaiolo!

Leggi anche: Perché uno spazzolino in Bambù può fare la differenza

Man of Action | Olio Spray dopobarba 100 ml

Grass | Olio da Barba 30ml

Hipster | Olio da Barba 30ml

Argan | Olio da Barba 30ml

Pin It on Pinterest

Share This
[]